INTERNATIONALES THEATERINSTITUT / MIME CENTRUM BERLIN

MEDIATHEK

FÜR TANZ

UND THEATER

MCB-TV-5987

Il Misantrop

Autorenschaft
Beschreibung

Bewerbung für Theater der Welt 1999. "Viviamo in un’epoca in cui la scelta sta tra il peggio e il meno peggio. E la stessa epoca in cui si trovava a vivere Moliere, ed è lo stesso problema di fronte al quale si mette Alceste.
Cosa scegliere? Da che parte stare? Come comportarsi? Come reagire?
Alceste vorrebbe rifiutare quest’epoca, questo mondo, ma alle sue spalle e di fronte ne scorge forse uno migliore?
E come se non bastasse, in questa confusione di interrogativi, l’amore appassionato, il desiderio irresistibile per Célimène che tra questi interrogativi sembra scivolare o addirittura danzare.
Chi è più sincero con se stesso, Alceste nella sua scelta di abbandonare il mondo per la solitudine, o Célimène che decide di stare al gioco di questo mondo con l’entusiasmo della giovinezza e la voglia di vivere?
Molière sospende il giudizio, non ci consegna una risposta, e per questo la conclusione del testo appare cosଠa mezz’aria.
Per questo motivo abbiamo voluto una messinscena essenziale, proponendo il testo quasi come si esegue uno spartito musicale alla prima lettura; in questo modo mi sembra che si sottolinei con più forza la sospensione tragica di questa bellissima commedia e con maggiore efficacia si ripropongano ancora oggi quegli interrogativi." (Toni Servillo
bei www.teatriuniti.it)
whu

Regie
Gruppe / Compagnie / Ensemble
Darsteller
Roberto de Francesco, Andrea Renzi, Toni Servillo, Iaia Forte, Tony Laudadio, Enrico Ianiello, Isabella Carloni, Fulvia Carotenuto
Standorte
MCB
Reihe
Aufnahmedatum
Donnerstag, 01. Januar 1998
Stadt
Napoli
Land
IT
Länge
112 min
Schlagworte